In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Cinquanta sfumature di grigio

Scritto da Serena Sportelli   
Giovedì 12 Febbraio 2015 16:03

cinquanta sfumature di grigioTitolo originale: Fifty shades of grey

Regia: Sam Taylor Johnson

Cast: Jamie Dornan, Dakota Johnson, Luke Grimes

Musiche: Danny Elfman

Produzione: USA 2014cinquanta sfumature di grigio1

Genere: Erotico

Durata: 125 minuti

  Trailer

 

cinquanta sfumature di grigio2

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: cinquanta sfumature di grigio3

Giudizio:

 

Trama

La vita della studentessa di lettere Anastasia Steele (Dakota Johnson) cambia per sempre quando incontra il bello ma tormentato milionario Christian Grey (Jamie Dornan).

Recensione

Il sesso è un business "nodoso", a maggior ragione quando i nodi reali sono coinvolti nel mondo di Christian Grey, lo scapolo miliardario che presta il suo nome e la sua collezione di cravatte a questo racconto di seduzione, sottomissione e feticismo delle merci. Seguendo la tradizione di Leonardo DiCaprio/Jay Gatsby (Il grande Gatsby) e James Franco/Alien (Spring breakers), Christian ha un accennato bagaglio psichico, offuscato dalla sua fisicità. Il giovane magnate interpretato da Jamie Dornan considera il consumo di lusso come una passione erotica e una vocazione spirituale. Ha il suo elicottero che pilota personalmente, un garage sotterraneo pieno di auto, un attico con un pianoforte a coda e una cabina armadio piena di vestiti. Pare abbastanza normale che la maggior parte dei dialoghi di Anastasia siano pieni di "wow" e "porca miseria"; l'energia che la riunisce a Christian è comicamente sessuale. E' una normale, innocente, un po' ingenua giovane donna, attratta dall'orbita di un enigmatico aristocratico con oscuri segreti. Nel primo incontro con Christian Grey, la sua goffa frangetta quasi si "piega" alla vista delle segretarie stangone. La scena iniziale di Cinquanta sfumature di grigio richiama quella de Il diavolo veste Prada, salvandosi per poco dalla familiarità con Twilight. La cattiva scrittura di E. L. James serve uno scopo importante: non solo stigmatizza e piega portando alla schiavitù, ma porta certe pratiche sessuali fuori dai boudoirs francesi piantandoli in un terreno di banalità anglo-americano. Il film si diletta in commedia romantica, ma l'unica cosa che non può avere, a differenza della trionfante spazzatura dei romanzi di E. L. James, è la pornografia. Le scene di sesso di Sam Taylor-Johnson non sono molto diverse dalle altre che vengono classificate di solito: un collo arcuato, alcune dita dei piedi arricciate, una natica qui, un seno là, un ciuffo di peli pubici, un gemito soffocato, un'altra canzone di Beyoncé...forse un frustino per varietà. Se E. L. James fosse stata una scrittrice migliore, i suoi libri sarebbero stati più intimidatori. Jamie Dornan, dato l'arduo compito, riesce soprattutto a "svuotare" il suo personaggio sullo schermo, affinchè ogni spettatore possa proiettare il suo ideale di mascolino personalizzato, ma allo stesso tempo non ha nessun tipo di malizia o mistero e finisce per assomigliare a un'inguardabile versione di Colin Firth da giovane. Ci sono attori che avrebbero dato a Christian una sana scossa di cattivo, ma la maggior parte di loro fanno parte di un'altra epoca: Cary Grant, William Powell, Paul Newman o Sean Connery. Tutta la vitalità di Cinquanta sfumature di grigio appartiene a Dakota Johnson, che se la cava alla grande nell'arrossire, nello strabuzzare gli occhi e tremare fino alle lacrime. Il problema è che Anastasia non ha senso, non ha una logica, nessun modello nè una serie coerente di cause o confini. Una brava attrice alla quale la regista abbina colori e struttura visiva, blu freddi e rossi pulsanti, al suo stato d'animo nelle cinquanta sfumature di grigio della città vista dall'alto dell'attico di Christian Grey.

cinquanta sfumature di grigio4

La Universal si è aggiudicata i diritti dell'intera saga letteraria per 3 milioni di dollari

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Domenica, 22.07.2018
T O P