In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Cape Fear

capefearTitolo originale: Cape Fear

Regia: Martin Scorsese

Cast: Nick Nolte, Robert De Niro, Jessica Lange, Juliette Lewis

Musiche: Elmer Bernstein

Produzione: USA 1991capefear1

Genere: Thriller

Durata: 130 minuti

    Trailer

capefear2

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura: capefear3

Musica: 

Giudizio: 

 

Trama

Sam Bowden (Nick Nolte) è un ricco avvocato con una moglie (Jessica Lange) e una figlia (Juliette Lewis). Max Cady (Robert De Niro), un sadico stupratore e assassino, inizia a perseguitarlo poichè lo accusa di non averlo difeso appropriatamente ad un processo che lo condannò a 14 anni di carcere. Per Bowden è l’inizio di un incubo.

Recensione

Remake del film "Il promontorio della paura" (J. Lee Thompson, 1962), i cui interpreti erano Gregory Peck nella parte di Bowden e Robert Mitchum in quella di Cady. Martin Scorsese ha ritagliato ai due un piccolo ruolo anche in questa versione. Un thriller ad alta tensione, merito soprattutto di Nick Nolte e Robert De Niro, forse mai così cattivo e spietato. La musica inquietante e altisonante fa sì che la suspense resti alta per tutta la durata del film, non vi è scena, infatti, che non riservi un buon carico di tensione. Il disegno omicida del criminale violento e determinato fa a dir poco rabbrividire, è la vendetta di un reietto della società nei confronti di un uomo che ha tutto, ma come tutti ha qualcosa da nascondere. L’efferatezza dei delitti di Cady e la follia che lo domina si presentano come un atto di ribellione verso un sistema che giudica discriminante, chiaramente la visione distorta di un assassino. Martin Scorsese dirige un thriller di pura adrenalina, che porta verso un finale con molte sorprese.

bernard

La colonna sonora di Elmer Bernstein riprende interamente il tema originale composto da Bernard Herrmann nel 1961

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Mercoledì, 17.01.2018
T O P