In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Come un uragano

uraganoTitolo originale: Nights in Rodanthe

Regia: George C. Wolfe

Cast: Richard Gere, Diane Lane, Christopher Meloni

Musiche: Jeanine Tesori

Produzione: USA 2008uragano1

Genere: Romantico

Durata: 100 minuti

warner  Trailer

uragano2

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: uragano3

Giudizio:

 

Trama

La quarantenne Adrienne (Diane Lane), separata dal marito e madre di due figli, decide di trascorrere qualche giorno nel motel in riva al mare dell’amica Jean (Viola Davis), che le affida temporaneamente la gestione. L’unico ospite è Paul Flanner (Richard Gere), un medico che ha perso una paziente durante un’operazione al viso. Nel corso di un uragano che li costringe alla convivenza, i due si innamorano.

Recensione

Tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, autore apprezzato soprattutto dalle lettrici, il film narra con essenzialità e trasparenza una storia d’amore che nasce e si sviluppa con disarmante semplicità a partire da due stati esistenziali alquanto travagliati. I protagonisti, Adrienne e Paul, convivono con frustrazioni e sopite sofferenze, dubbi e timori derivanti da responsabilità di diversa natura: la prima affronta una separazione e il tentativo del marito di recuperare lo status familiare; il secondo si trova nel bel mezzo di un’inchiesta che lo vede coinvolto nella morte di una paziente da lui operata. Due anime tormentate si trovano e si congiungono attraversando le consuete fasi dell’innamoramento vissuto in un’oasi di tranquillità, un silente avamposto cullato dal suono delle onde oceaniche e accarezzato dal vento. “Galeotto fu il libro e chi lo scrisse” raccontò Dante secoli fa nella sua “Divina Commedia”, mentre Sparks preferisce al manoscritto la furia indomabile di un uragano, una tempesta che grazie alla sua irruenza dissipa le incertezze nei cuori dei personaggi uniti dall’amore. L’autore de “Le parole che non ti ho detto” sa trattare il sentimento e ne traccia un percorso non indenne a circostanze drammatiche studiate per accentuarne l’importanza individuale. Adrienne e Paul non fuggono dal destino, lo vivono con consapevolezza scoprendo orizzonti nuovi che s’aprono chiari ai loro occhi, dando nuovo significato alle loro esistenze. Wolfe, dal canto suo, fa in modo che il dettaglio letterario si perda nell’immagine libera dell’ambiente e nell’intensità dei dialoghi enfatizzati dall’espressione degli attori. Richard Gere e Diane Lane recitano ancora insieme dopo “Cotton Club” e “Unfaithful, l’amore infedele”, solcando il tempo con la solita bravura che dà voce al rapporto di coppia nella vicenda. Fra loro prende posto James Franco, la cui timida interpretazione si stima nella peculiarità del momento e nel valore di un finale tutto da scoprire.

uragano4

Richard Gere e Diane Lane hanno già lavorato insieme nei film Cotton Club e Unfaithful

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Giovedì, 20.09.2018
T O P