In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

American gangster

locandinaTitolo originale: American Gangster

Regia: Ridley Scott

Cast: Denzel Washington, Russell Crowe, Armand Assante

Musiche: Marc Streitenfeld

Produzione: USA 2007 scena1

Genere: Gangster movie

Durata: 157 minuti

    Trailer scena2

 

Regia: 

Interpretazione: 

Sceneggiatura: scena3

Musica: 

Giudizio: 

 

Trama

Harlem, 1968. Frank Lucas (Denzel Washington) è un gangster nero, braccio destro del padrino Bumpy Johnson. Quando quest’ultimo muore, Frank assume il controllo e mette in circolazione droga purissima, che si procura di persona nel sud est asiatico mentre infuria la guerra in Vietnam. La sua ascesa è sorprendente. Richie Roberts (Russell Crowe) è un poliziotto incorruttibile, dedito al suo lavoro. Con un gruppo di agenti scelti, Richie decide di mettere fine al traffico di droga e inizia una dura caccia a Frank Lucas.

Recensione

Ottimo gangster movie diretto da Ridley Scott. Si tratta di una storia vera, che vede protagonisti due personaggi opposti e carismatici: Frank Lucas ama la famiglia, che coinvolge direttamente nel suo traffico, ama il quartiere in cui vive, una Harlem popolata dalla sua gente, neri poco abbienti, è lucido, freddo, spietato e risoluto; Richie Roberts ama il suo lavoro, ma odia i colleghi corrotti, la sua situazione familiare è in piena crisi, è deciso, onesto, ma rifiuta la troppa visibilità, detesta parlare in pubblico. Due personalità dunque tanto diverse, ma paradossalmente compatibili e l’iter del film porterà ad una dimostrazione di questo. Gli anni ’70 si dividono fra il lusso dei padrini e la fatiscenza che opprime i quartieri poveri. L’onestà fra i poliziotti sembra una chimera, il clima è caldo e pesante. Questa è l’atmosfera che pervade il film di Ridley Scott, che ancora una volta è riuscito a dare un saggio della sua abilità registica eclettica e appassionata, stilisticamente ben congegnata.

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Giovedì, 20.09.2018
T O P