In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza

Scritto da Samuele Pasquino   
Mercoledì 20 Dicembre 2017 10:46

star wars: episodio IV - Una nuova speranzaTitolo originale: Star Wars - A new hope

Regia: George Lucas

Cast: Harrison Ford, Mark Hamill, Alec Guinness

Musiche: John Williams

Produzione: USA 1977star wars: episodio IV - una nuova speranza1

Genere: Fantascienza

Durata: 121 minuti

  Trailer

 

   Miglior colonna sonora originale John Williams,star wars: episodio IV - una nuova speranza2

scenografia Roger Christian, Leslie Dilley e Norman Reynolds,

costumi John Mollo, montaggio Richard Chew, Paul Hirsch e Marcia Lucas,

suono Don McDougall, Ray West, Bob Minkler e Derek Ball,star wars: episodio IV - una nuova speranza3

effetti speciali visivi John Dykstra, Richard Edlund, John Stears, Grant Mccune e Robert Blalack,

effetti speciali sonori Benjamin Burtt

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica:

Giudizio:

 

Trama

In una galassia molto lontana, un gruppo di ribelli lotta contro la tirannia imposta da un impero dominato da forze oscure. La principessa Leia (Carrie Fisher) viene rapita e in suo aiuto accorrono Luke Skywalker (Mark Hamill), divenuto apprendista dell'anziano cavaliere Jedi Obi Wan Kenobi (Alec Guinness), e l'audace contrabbandiere Han Solo (Harrison Ford). Il loro più micidiale nemico è il malvagio Darth Vader (David Prowse), fedele suddito dell'imperatore.

Recensione

Primo capitolo in assoluto della celeberrima saga di George Lucas, un autentico successo planetario che conta milioni di fans. Con un budget inusuale per i consueti standard hollywoodiani (11 milioni di dollari), il regista realizza un capolavoro della fantascienza ricco di effetti speciali allora avveniristici e sensazionali. I personaggi sono entrati di diritto nell’immaginario collettivo degli spettatori e la famosa spada laser dei Jedi rimane un sogno per tanti ragazzi. Nei titoli di testa, in cui le scritte nello spazio avanzano in prospettiva, si legge Episodio IV, in quanto George Lucas inizia la storia in medias res, tenendosi pronto per sequel e prequel lasciandosi aperta ogni possibile soluzione. La lotta dei ribelli contro l’Impero sembra un’impresa impossibile, tutto è nelle mani di pochi coraggiosi che vanno incontro al proprio destino. Le ambientazioni futuristiche danno una sensazione di immensità e allo stesso tempo esaltano qualunque scena, come le battaglie nello spazio e i viaggi nei vari mondi. Gli effetti sonori che coadiuvano la spettacolarità visiva sono assolutamente fantastici. Lucas parte con l’idea di realizzare una vera e propria epopea galattica, garantendo anche una buona dose di umorismo applicata ovviamente al contesto ed espresso, comunque, soltanto da alcuni personaggi: in tal caso l’eccentrico e pragmatico Ian Solo, interpretato da un giovane Harrison Ford, mostra tutta la sua spavalderia, risultando a ogni modo simpatico. Inevitabile una storia d’amore con la principessa Leila, occasione per conciliare due caratteri diversi ma proprio per questo compatibili. Al centro della grande storia di Lucas vi è una guerra, che si combatte fra i ribelli riuniti e le forze militari imperiali, organizzate nella logica di una vera e propria dittatura severa, cui fa capo la figura dell’imperatore. Il suo braccio destro è Darth Vader, personaggio dalle molteplici sfumature che intimorisce con la sua sola presenza e per tal motivo viene rispettato dai suoi uomini. E’ lui che, ancor più del giovane Luke Skywalker, monopolizza la scena con la sua voce inquietante e una maschera nera che ne nasconde le fattezze. Lucas è geniale, questo primo capitolo non ha un inizio nè una conclusione, i characters sono solo parzialmente descritti e la vicenda si evolve con tempistiche proiettate al futuro. Sono questi tutti aspetti che attirano lo spettatore nell’intraprendere un’avventura grandiosa, che si fa attendere ma non delude, proponendo e promettendo prospettive fantastiche di sicuro successo. Spettacolare la sequenza in cui Obi Wan Kenobi combatte contro Darth Vader, e quella del duello finale a colpi di spada laser sarà una costante di tutta la saga. John Williams compone una musica eccezionale per un film che ha fatto epoca. Con ben sette Oscar, Star Wars si impone nello scenario cinematografico di genere come un colossal fantascientifico che si colloca al principio di una nuova era e di un innovativo metodismo tecnologico.

star wars: episodio IV - una nuova speranza4

Per dirigere il film da lui stesso scritto, George Lucas percepì un compenso di 150.000 dollari

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 20.04.2018
T O P