In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Fuga da Reuma Park

Scritto da Samuele Pasquino   
Lunedì 19 Dicembre 2016 17:31

fuga da reuma parkTitolo originale: Fuga da Reuma Park

Regia: Aldo Giovanni e Giacomo, Morgan Bertacca

Cast: Aldo Giovanni e Giacomo, Silvana Fallisi

Musiche: Mauro Pagani

Produzione: Italia 2016fuga da reuma park1

Genere: Commedia

Durata: 90 minuti

   Trailer

fuga da reuma park2

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: fuga da reuma park3

Giudizio:

 

Trama

Aldo viene abbandonato dai figli (Ficarra e Picone) al Reuma Park, ospizio gestito dalla terribile russa Ludmilla (Silvana Fallisi). Qui rivede dopo tanti anni i compagni di una vita Giovanni e Giacomo, anche loro nella casa di cura alla periferia di Milano. Giacomo, che ha messo insieme una cospicua sommetta, sogna Rio De Janeiro: la fuga avviene la notte di Natale e i tre intendono raggiungere la barca di Giovanni, ormeggiata ai navigli.

Recensione

Dopo aver festeggiato i 25 anni di carriera con un tour teatrale sold out, il trio delle meraviglie espande i propri ludi comici anche e inevitabilmente al grande schermo, portando al cinema questo inedito Fuga da Reuma Park, sorta di pacco regalo per i fan con all’interno una selezione dei migliori sketch cabarettistici fondanti una carriera fortunatissima. Con il fedele Morgan Bertacca, già regista del precedente Il ricco, il povero e il maggiordomo, Aldo Giovanni e Giacomo giocano con le trame del tempo e deliziano la platea portando in scena le loro proiezioni anziane per le quali hanno previsto una sola antagonista interpretata dalla straripante Silvana Fallisi e sottoposta preventivamente al giudizio del pubblico nello spettacolo Ammutta Muddica. Inutile dire che tutto riesce con la solita disinvoltura dei tre attori, dalla cui sinergia scaturisce ancora una volta il divertimento scevro di qualunque volgarità purtroppo funzionale ai classici e dozzinali cinepanettoni. Una trama essenziale fa da tessuto a riproposizioni d’amarcord che operano una variegata sintesi dei trascorsi più sfavillanti del trio, riesumando personaggi vetusti e più recenti caratterizzazioni entrati ufficialmente nel mito: sotto il tendone nel quale si festeggia la notte di Natale avviene un’ilare reunion di burleschi personaggi tratteggiati alla perfezione come i mitici Sardi, Johnny Glamour, i Bulgari e i Los Loanos che assistono tutti a un programma televisivo dove vengono riproposti l’indimenticabile gag dell’eco in montagna e Pdor, figlio di Kmer, della tribù di Istar… La fuga è il pretesto per ricorrere alla modalità d’avventura più cara al trio, ovvero l’on the road, durante la quale rispuntano altre vecchie conoscenze quali Tafazzi, gli Svizzeri e, dulcis in fundo, il parco animali approdati per la prima volta ne I Corti. Sembrerebbe un calderone in cui il minestrone è bell’e pronto, ma l’apparenza inganna e anche in questo caso ogni scelta si rivela quanto mai azzeccata e si ride, tanto, avendo la possibilità di riassaporare il gusto delle vecchie comiche mute fra un effetto trasparenza e siparietti in stile Buster Keaton. Un film che, certamente, non eguaglia né si avvicina al primo trittico di capolavori (Tre uomini e una gamba, Così è la vita e Chiedimi se sono felice) eppur nella semplicità sprigiona appieno il potenziale divertendo con quel lieve tocco di ricercata nostalgia.

fuga da reuma park4

Per buona parte del film, Aldo Giovanni e Giacomo hanno improvvisato le battute

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Giovedì, 24.05.2018
T O P