In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

On air - Storia di un successo

Scritto da Giorgia Colucci   

on air - storia di un successoTitolo originale: On air - storia di un successo

Regia: Davide Simon Mazzoli

Cast: Marco Mazzoli, Chiara Francini, Katy Saunders

Musiche: Andrea Farri

Produzione: Italia 2016on air - storia di un successo1

Genere: Commedia

Durata: 120 minuti

   Trailer

on air - storia di un successo2

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: on air - storia di un successo3

Giudizio:

 

Trama

Marco Mazzoli, dj icona dei nostri tempi, controverso pigmalione del programma radiofonico più seguito d'Italia, "Lo Zoo di 105”, insomma un personaggio che tra odio e amore si staglia ormai da una ventina d'anni sul panorama delle trasmissioni; una storia, la sua, assolutamente da raccontare, ma allo stesso tempo complessa, in grado di travalicare il travolgente mito radiofonico e far emergere l'uomo, il ragazzo delle origini, che rimane pur sempre mito.

Recensione

A compiere l'impresa di raccontare un autore e un'opera in simbiosi è un certo Mazzoli con il film On Air - Storia di un successo, tratto dal romanzo "Radiografia di un dj che non piace". Una pellicola leggera, che non pretende di mutare in profondità lo spettatore, ma che con una buona regia e le giuste suggestioni riesce a comunicare un messaggio positivo, seguire sogni  mostrando la faticosa scalata al successo di Mazzoli. Tra nostalgica serietà, autoironia e qualche dosato sottointeso, nel pieno spirito dello "Zoo", la narrazione procede in modo scorrevole tra le vicende del Mazzoli adulto, alle prese con il "restauro" del suo storico programma e quelle del ragazzo che combatte per farsi strada nel mondo della radio. A commentare il tutto sono le parole autoironiche e al contempo malinconiche del protagonista stesso, le quali contrastano con lo scetticismo sarcastico del suo ghost writer, protagonista, antitetico e speculare, nella sua personale rincorsa del sogno di affermarsi come scrittore. Il miscuglio risulta divertente, perfetto per rappresentare l'attrazione carismatica con cui il personaggio di Mazzoli incuriosisce e intriga lo scrittore, ma soprattutto lo spettatore. Un lirismo disperato s'interseca al racconto reale, a volte disilluso, dell'amore, sempre narrato all'insegna dell'autoironia provocatoria. Gli scenari, visibilmente fittizi, creano nella costruzione delle scene un'atmosfera da favola moderna, anche con l'ausilio di una buona fotografia. Situazioni comiche si possono apprezzare quando la finzione del film si manifesta in una sorta di metateatro, dove non è mai assente il presente di questa storia sempre in evoluzione e nel quale abbonda la parodia di tutte le situazioni topiche dei film. Buona l’interpretazione di Giulio Greco, credibile nei panni del giovane Mazzoli, ma notabile è soprattutto Dario Eros Tacconelli che si cala egregiamente nello stereotipo dello scrittore squattrinato. In conclusione, On Air risulta piacevole e accattivante, un film caratterizzato dallo stesso sorriso malizioso del Mazzoli dello “Zoo”, ma godibile anche per chi non conosce questo istrione della radio.

on air - storia di un successo4

Un grande cast con nomi eccellenti come Giancarlo Giannini, Ricky Tognazzi e Ugo Conti

 

Immagini: Aigor Ufficio Stampa e Comunicazione

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Sabato, 23.06.2018
T O P