In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Carissima me

carissimameTitolo originale: L’age de raison

Regia: Yann Samuell

Cast: Sophie Marceau, Marton Csokas, Michel Duchaussoy

Musiche: Cyrille Aufort

Produzione: Francia 2011carissimame1

Genere: Commedia

Durata: 85 minuti

Trailer

carissimame2

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura: carissimame3

Musica:

Giudizio:

 

Trama

Margaret (Sophie Marceau) è una quarantenne in carriera, molto considerata sul lavoro e tanto amata dal suo compagno, nonché collega Malcolm (Marton Csokas) . Un giorno riceve delle lettere che si è scritta una ventina di anni prima, durante “l’età della ragione”, in cui la piccola lei narra le sue giornate tra amici, primi amori, problemi in famiglia e sogni per il futuro. La donna si rende conto così che la sua vita non è proprio come se l’era immaginata e prova a modificarla.

Recensione

Sophie Marceau, come al solito, è garanzia di ottima recitazione, incarnando egregiamente Margaret, la donna bella e impegnatissima nel lavoro che, al di fuori di quello, ha tempo sì e no per il proprio compagno. Bravissima anche Juliette Chappey nei panni della piccola Margaret. Ben fatte le unioni tra presente e passato, tra la quarantenne e la piccola Margaret, che si racconta nelle lettere e lo spettatore la può vedere nei ricordi mentali della protagonista che torna col pensiero ai giorni della sua infanzia. La trama è sicuramente bizzarra quanto originale, un film tutt’altro che scontato, capace di far riflettere sul senso della vita e e ricordi dell’infanzia, invitando a rendersi conto di quanto siano belle le piccole cose che da grandi si danno ormai per scontate. Per molti può sembrare un’opera infantile, ma non è affatto così. La vita è qualcosa di meraviglioso, che bisognerebbe vivere sempre con la gioia di quando si era bambini.

carissimame4

Il film ricorda molto Il favoloso mondo di Amelie per stile e fotografia

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Sabato, 22.09.2018
T O P