In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

A proposito di Schmidt

Scritto da Samuele Pasquino   
Venerdì 17 Dicembre 2010 17:16

locandina

Titolo originale: A proposito di Schmidt

Regia: Alexander Payne

Cast: Jack Nicholson, Kathy Bates, Dermot Mulroney

Musiche: Rolfe Kent

Produzione: USA 2002scena1

Genere: Commedia

Durata: 126 minuti

Trailer

 scena2

Regia: 

Interpretazione:  

Sceneggiatura: scena3

Musica: 

Giudizio:

 

Trama

Warren Schmidt (Jack Nicholson) attraversa un periodo veramente difficile: dopo una vita spesa in una società di assicurazioni va in pensione, la moglie muore dopo poco e la figlia è in procinto di sposare un uomo che non sopporta. Warren piomba in una profonda crisi esistenziale caratterizzata da un’ apatia latente e per combatterla l’uomo intraprende un viaggio per le strade degli Stati Uniti con il suo camper, alla ricerca di se stesso.

Recensione

Atipico film in equilibrio fra satira, commedia e dramma esistenziale, un piccolo capolavoro suscettibile di molte critiche ma con un caposaldo fondamentale: il sempre grande Jack Nicholson. L’attore dimostra ancora un eclettismo fuori dal comune e un’espressività che colpisce e talvolta spiazza lo spettatore. La storia è quella di un uomo quasi banale, giunto alla fine di un capitolo della sua vita, scopritore disincantato di tante sorprese riservate da un destino beffardo. Tralasciando retorica e scampoli di filosofia, il film appare come un teatrino ricco di colpi di scena, incredibilmente statici, che passano quasi inosservati. Payne, regista goliardico, affida a Nicholson lo spettacolo e l’intrattenimento è assicurato, considerando anche un tocco di moralità che sa venir fuori proprio nel finale, sipario inatteso che lascia perplessi ma tutto sommato soddisfatti.

foto

 

Il film è stato premiato con due golden globes, miglior attore drammatico e miglior sceneggiatura.

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Giovedì, 18.01.2018
T O P