In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

The Karate Kid - La leggenda continua

thekaratekidTitolo originale: The Karate Kid

Regia: Harald Zwart

Cast: Jackie Chan, Jaden Smith, Taraji P. Henson

Musiche: James Horner

Produzione: USA 2010thekaratekid1

Genere: Azione

Durata: 130 minuti

columbia   Trailer

thekaratekid2

Regia:

Interpretazione: 

Sceneggiatura:

Musica: thekaratekid3

Giudizio:

 

Trama

Dre Parker (Jaden Smith) è un dodicenne che si trova costretto a trasferirsi da Detroit a Pechino per motivi lavorativi della madre. Da subito non è a suo agio nella città, nella scuola e soprattutto con dei suoi coetanei teppistelli che lo tormentano. Gli unici suoi incontri positivi sono Mei Yin, una ragazzina cinese sua coetanea e l’uomo della manutenzione del suo palazzo, Mr Han (Jackie Chan). Proprio quest’ultimo lo prenderà sotto la sua ala e lo allenerà per risolvere i problemi con gli altri ragazzini a un torneo di Kung Fu.

Recensione

Come se non fosse stata sufficiente la saga di Karate Kid (composta da 4 film, usciti nelle sale tra la metà degli anni ’80 e la metà dei ’90), nel 2010 è uscito questo preannunciato capolavoro (…). Jaden Smith ha l’espressione frastornata per tutto il film, sia egli serio o divertente. La trama è pressappoco quella degli altri quattro capitoli ma data la passione del giovane Smith per questi film, papà (Will Smith) e mamma (Jada Pinkett Smith) hanno pensato bene di produrre comunque questo remake. Jackie Chan, spesso protagonista assoluto, qua gli fa da insegnante di Kung Fu con metodi simili a quelli del saggio maestro dei primi quattro film. Per quanto riguarda gli attori che ricoprono il ruolo dei teppistelli super esperti nel combattimento, è apprezzabile l’espressività dei loro volti (sembrano quasi mini affiliati della Yakuza tant’è la rabbia e la strafottenza che esprimono). Sicuramente non passerà alla storia come quelli precedenti, poiché bisogna rendersi conto che se una cosa ha successo una volta, non bisogna rifarla (male) all’infinito. Dura due ore e dieci circa ma poteva essere sintetizzato tranquillamente in un’ora e mezza (a dir tanto). Un film da evitare per la sua scontatezza e per la sua grossolana veste di minestra riscaldata.

thekaratekid4

Nel week-end d'apertura americano, il film ha superato negli incassi A-Team

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Domenica, 22.07.2018
T O P