In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Cielo di piombo ispettore Callaghan

piomboTitolo originale: The Enforcer

Regia: James Fargo

Cast: Clint Eastwood, Bradford Dillman, Tyne Daly

Musiche: Jerry Fielding

Produzione: USA 1976harry1

Genere: Azione

Durata: 96 minuti

    Trailer

harry2

 

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura: harry3

Musica:

Giudizio:

 

Trama

San Francisco. Una banda che si fa chiamare Nuclei Rivoluzionari Armati rapisce il sindaco della città lasciando numerose vittime sul terreno, per poi chiedere un ingente riscatto. L’ispettore Callaghan (Clint Eastwood) entra in azione insieme ad una giovane agente (Tyne Daly) che saprà farsi valere.

Recensione

Terzo episodio della saga dedicata alle imprese dell’ispettore Callaghan: il personaggio interpretato dal granitico Clint Eastwood dimostra come sempre un carisma fuori dal comune, tenendo alti i valori della giustizia. L’inizio del film apre la vicenda mettendo in campo una consueta azione operata da Callaghan con disinvoltura ed estrema decisione, collocando l’ispettore in quell’Olimpo di eroi quotidiani votati alla dedizione e al servizio della legge. Il suo pragmatismo finisce inevitabilmente col suscitare l’invidia di chi agisce dietro una scrivania, ed è così che l’incapace McKay lo punisce con la puntuale sospensione, come già accadeva negli episodi precedenti. Callaghan è un tipo risoluto, che nutre profondo disprezzo nei confronti della burocrazia e del perbenismo disciplinare, intervenendo senza indugi anche se ciò comporta il disubbidire agli ordini superiori. Se poi c’è un nemico preciso, spietato e accanito, la storia per lui diviene seria, praticamente una questione personale da risolvere in tempi brevi. Risulta quindi curiosa e molto azzeccata la scelta di affiancare al protagonista una spalla pittoresca ed elegante, l’ispettrice Kate Moore. Questa donna, bella ma un po’ impacciata, entra in conflitto con i modi rudi e spicci di Callaghan, facendosi valere però sin dalla prima scena che la vede in campo, la selezione nella quale il nostro eroe presenzia in qualità di giurato: la parlantina di Kate non condiziona ma fa riflettere, creando poco a poco una breccia nel roccioso carattere dell’ispettore. La coppia è il motivo principe dell’episodio, fungendo da fattore comico in sintonia con l’azione espressa durante le sequenze più concitate. L’intrattenimento è assicurato e pone i presupposti per proseguire la saga in maniera innovativa, con il giusto sarcasmo e la propensione a far trionfare una legge che trova in Callaghan un grande paladino onesto.

tyne

L'attrice Tyne Daly è famosa per aver interpretato la saggia Maxine nella serie televisiva "Giudice Amy"

 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Giovedì, 18.01.2018
T O P