In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

L'incredibile vita di Norman

Scritto da Sofia Peroni   
Venerdì 22 Settembre 2017 12:34

l'incredibile vita di normanTitolo originale: Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer

Regia: Joseph Cedar

Cast: Richard Gere, Steve Buscemi, Michael Sheen

Musiche: Jun Miyake

Produzione: USA, Israele 2016l'incredibile vita di norman1

Genere: Drammatico

Durata: 118 minuti

   Trailer

l'incredibile vita di norman2

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: l'incredibile vita di norman3

Giudizio:

 

Trama

Norman Oppenheimer (Richard Gere) è un affarista newyorkese alla disperata ricerca delle giuste alleanze e amicizie, al fine di rilanciare la propria persona all’interno del settore. Se chiedi a Norman quale sia il suo mestiere, la risposta sarà: ”Se le serve qualcosa, io gliela trovo!”. Quando un uomo, a cui aveva prestato i propri servizi tempo prima, diventa Primo ministro le cose sembrano cambiare per Norman.

Recensione

Tutti, nella vita, incontrano un “Norman”. Soprattutto se, consci della divisione tra gli in e gli outcast, consideriamo Norman un uomo con il semplice desiderio di arrivare “più in alto”. Da contraltare, molti sono e sono stati un Norman. Proprio grazie all’empatico - e non – tira e molla che Gere instaura con l’audience, quest’ultima percepirà quanto detto prima. Il personaggio di Norman Oppenheimer non risulterà costantemente simpatico e vicino al pubblico durante la pellicola. La fredda New York prende e toglie e, uno come Norman, è conscio di dover cavalcare l’onda e crearsi il proprio percorso da solo. Tattiche discutibili, trame indefinibili e incredibili verranno tessute dal protagonista e attorno a lui; un groviglio nel quale egli stesso rimane intrappolato. Così le amicizie si rivelano subdole alleanze create su interessi, denaro e potere. Gere costruisce un personaggio lontano dai suoi precedenti, con le orecchie a sventola e la camminata leggermente zoppicante. La profondità di Norman si riscontra nei suoi piani rocamboleschi e verte su una serie di compromessi, bilanciati al desiderio disperato di voler mantenere una propria integrità morale. Questa incredibile vita di Norman è un viaggio introspettivo che pretende di far scaturire riflessioni e dubbi. Il senso di inquietudine e al contempo di distacco che Norman evoca è motivo di supporto alla tesi in questione. Un groppo alla gola che a volte diventa un sospiro, altre una sbuffata. Così, quando meritocrazia, corruzione, integrità e favoritismi finiscono per inghiottirlo, non possiamo che seguire Norman giù per il vortice oscuro e sperare di uscirne con lui. Un piede nella porta” è il nome del primo dei tanti capitoli, espediente del regista Cedar per suddividere, in fasi altalenanti e sofferte, l’ascesa e la discesa di Norman. Film indipendente, questo è un mondo al quale Richard Gere afferma di essersi avvicinato con piacere. Un mondo più veloce e duro, con meno risorse ma, paradossalmente, più libertà.

l'incredibile vita di norman4

Il film è stato presentato a settembre 2016 al Telluride Film Festival e al Toronto International Film Festival ed è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 14 aprile 2017

 

Copyright immagini: Lucky Red

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Martedì, 24.10.2017
T O P