In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

La Mummia

Scritto da Sofia Peroni   
Mercoledì 14 Giugno 2017 06:01

la mummiaTitolo originale: The mummy

Regia: Alex Kurtzman

Cast: Tom Cruise, Annabelle Wallis, Russell Crowe, Sofia Boutella

Musiche: Brian Tyler

Produzione: USA 2017la mummia1

Genere: Avventura

Durata: 110 minuti

   Trailer

la mummia2

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: la mummia3

Giudizio:

 

Trama

Nick Morton (Tom Cruise) è un militare dalla mano lesta, che accidentalmente scopre la tomba della principessa egizia Ahmanet (Sofia Boutella). Con l’archeologa Jenny Halsey (Annabelle Wallis) preleva il sarcofago per portarlo in un sito sicuro in cui studiarlo. Ma niente va secondo i piani. Non quando la salma è di una mummia con dei conti in sospeso, un antico rituale da portare a termine. Non quando Nick viene scelto, e maledetto dalla ormai ridestata principessa, come “oggetto” ultimo per la realizzazione del suo obiettivo: la vita eterna.

Recensione

La pellicola è una nuova versione, riavvio della saga, dell'omonimo film del 1932. È anche il primo titolo del Dark Universe, in cui spiccano i personaggi della letteratura gotica posseduti dalla Universal. Fra questi riconosciamo alcuni nomi noti di Hollywood: Johnny Depp come Uomo Invisibile, Russell Crowe come Dr. Jekyll (il resto lo sapete), Javier Bardem è Frankenstein e la splendida Sofia Boutella incarna Ahmanet, la Mummia. Proprio quest’ultima ha aperto le porte del nuovo universo, con una pellicola dalle sfumature scure e tenebrose, o almeno questi erano i presupposti iniziali. Dopo la presentazione del personaggio di Ahmanet, della sua sete di potere e degli atti riprovevoli che ha compiuto per saziarla, l’apertura vera è fra le dune del deserto dell’ex  Mesopotamia, tra inseguimenti sui tetti,  proiettili che volano ovunque e gigantesche esplosioni. Un incipit classico che annuncia poco dopo la scoperta della tomba della mummia: apparentemente un santuario, realmente una prigione. Le trame della vicenda si spostano poi a Londra, dove effettivamente prenderà vita l’azione (e la mummia). E’ qui che il personaggio di Nick viene a conoscenza del lato oscuro del mondo popolato da veri e propri mostri. Questa tetra realtà è studiata, protetta e imbrigliata da una misteriosa associazione di cui Jenny e il Dr. Jeckyll fanno parte e a cui Nick è costretto a rivolgersi per spezzare la maledizione che lo attanaglia. Ma riuscirà davvero a scampare alla furia della mummia? Il ritmo altalenante è un grosso limite del film, che preclude una fluida visione e allestisce uno scenario segmentato in cui si crea disomogeneità fra le varie antinomie; luce e ombra, vita e morte, lento e rapido, umano e mostro. La performance degli attori stupisce, soprattutto nel caso dell'Ethan Hunt di Mission Impossible, Tom Cruise, e del suo duetto con Crowe. Innegabile sinergia e brillanti le scene girate insieme; sono proprio queste che aprono il sipario per il Dark Universe in sé. C’è da dire, però, che questo avviene relativamente tardi nella vicenda, così che La Mummia resta più uno stand-alone a parte,  piuttosto che un effettivo prologo per ciò che seguirà nelle fila del nuovo universo. E’ un’insegna luminosa che invita a entrare, sì, e la curiosità non manca di certo.

la mummia4

Ogni giorno Sofia Boutella si sottoponeva a sei ore di trucco per vestire i panni della mummia

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Mercoledì, 13.12.2017
T O P