In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Manchester by the sea

Scritto da Cristiano Ogrisi   
Venerdì 14 Ottobre 2016 16:08

manchester by the seaTitolo originale: Manchester by the sea

Regia: Kenneth Lonergan

Cast: Casey Affleck, Michelle Williams, Kyle Chandler

Musiche: Lesley Barber

Produzione: USA 2016manchester by the sea1

Genere: Drammatico

Durata: 135 minuti

   Trailer

manchester by the sea2

  Miglior attore protagonista Casey Affleck,

sceneggiatura originale Kenneth Lonergan

 

Regia: manchester by the sea3

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica:

Giudizio:

 

Trama

Lee Chandler (Casey Affleck) è un tuttofare di un condominio di Boston. Un tipo burbero, introverso, schivo nei confronti degli altri esseri umani. Lo vediamo rispondere male a una condomina petulante, fino a finire a fare a pugni in un bar per uno sguardo di troppo. Sentiamo che tutto ciò di cui Lee non ha bisogno è una brutta notizia, che puntualmente arriva: suo fratello è morto, stroncato da un infarto. Lee ritorna a casa, a Manchester (New Hampshire, non Inghilterra), con un nipote da accudire e molte situazioni, interiori o meno, da affrontare.

Recensione

Iniziamo col dire che la narrazione è sublime, misurata, lo spettatore capisce da subito che c'è qualcosa che manca e Lonergan, con una maestria incredibile, scopre i suoi tasselli uno alla volta. Lee, un Casey Affleck alla sua migliore prova in carriera, è un personaggio arrabbiato, isolato, sempre sul punto di esplodere, ha qualcosa che lo divora dentro. Il suo non-detto è così ingombrante che, quando la narrazione utilizza degli stupendi flashback, non c'è alcun cambiamento di colore o di filtro o di trucco e costume: il dolore è attuale, il tempo non ha aiutato, è tutto sullo stesso piano visivo e, quindi, filmico. Manchester by the sea è un film sulla vita e sul dolore, dove però non ci sono risposte o soluzioni da cui, comunque, si rifugge per andare incontro alla realtà, quella che fa male, quella che crea problemi, ma quella che tutti noi affrontiamo al di fuori della sala cinematografica. Gli ambienti di Lonergan sono aderenti alla vicenda, l'inverno freddo, fatto di pioggia sottile che si insinua, e di neve che si attacca al pavimento, come se non volesse staccarsi; il clima è specchio di Lee, è la sua interiorità portata all'esterno. Una trama tutta da vivere e da sentire, basata su una sceneggiatura che vola a livelli impressionanti. Casey Affleck è portentoso, sul suo viso si legge il dolore e la rabbia senza alcuna smorfia o esagerazione. Quando poi Lonergan mostra tutte le sue carte e mette in campo la sua capacità strepitosa di creare dialoghi e situazioni coerenti, non c'è via di scampo, il film colpisce al cuore e allo stomaco. Un film che turba senza urlare.

manchester by the sea4
 
Casey Affleck ha vinto, oltre all'Oscar, un Golden Globe quale miglior attore in un film drammatico
 
 
 
Immagini: Copyright © 2016 xister pressplay
 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Martedì, 25.04.2017
T O P