In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Gekon productions: qualità e pubblico nel 2017

Scritto da Giorgia Colucci   
Venerdì 21 Aprile 2017 14:23

gekon productions1Come coniugare la qualità con il gusto popolare? Una sfida sempre più impegnativa per il cinema moderno, tuttavia la Gekon Productions pare essersi indirizzata sul percorso giusto, almeno questo è negli auspici del socio fondatore Francesco Dainotti e, naturalmente, in quelli di tutti gli spettatori che già hanno avuto occasione di ammirare le produzioni di questa casa (non da ultimo il pluripremiato Ultima fermata di Gianbattista Assanti).

gekon productions2Un cinema, quello della Gekon, caratterizzato da un’inedita freschezza, dal desiderio di esaltare i lavori giovanili e dalla ricerca costante di un delicato equilibrio tra arte e pubblico. A breve, nelle sale cinematografiche potremo finalmente ammirare i risultati di questa politica produttiva: infatti si sono appena concluse le riprese de Il contagio, opera dei registi romani Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, con Vincenzo Salemme, Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Giulia Bevilacqua e Maurizio Tesei. Un’opera certo da seguire con attenzione, tratta dall’omonimo romanzo di Walter Siti, segna l’inizio di un sodalizio artistico molto promettente della Gekon con Kimerafilm e Rai Cinema. Tuttavia, non solo questo, la speranza che emerge dalle parole di Dainotti è rivolta anche al principio di un percorso artistico innovativo e soddisfacente sia per le esigenze autoriali di attori, registi e sceneggiatori che per i gusti del pubblico; a conferma di ciò il produttore ha dichiarato: “La Kimerafilm si è ritagliata uno spazio importante in questa dimensione, perciò spero che la sinergia che si è venuta a creare sul set possa ritrovarsi in futuro con altre collaborazioni produttive”.

gekon productions3Il contagio, però, non è il solo titolo intrigante tra le nuove proposte della Gekon Productions: sta per iniziare la lavorazione de Il principe delle pezze del giovane regista Alessandro Di Ronza. Un esordiente che sicuramente darà prova del suo talento in questo nuovo ritratto della storia del cinema italiano; protagoniste del suo documentario saranno le tappe che hanno reso celebre l’arte cinematografica nel “Belpaese” e nel mondo e per raccontarle, Di Ronza godrà della straordinaria collaborazione di uno dei volti più significativi del cinema italiano, niente meno che Claudia Cardinale. D’altra parte, non è la prima volta che le strade dell’attrice e della Gekon si incrociano e, in passato, questo incontro ha fruttato alla Cardinale una nomination come attrice non protagonista ai David di Donatello 2016 per il già citato Ultima Fermata.

Altrettanto interessante pare Confinati a Ponza di Francesco Maria Cordella con Debora Caprioglio, Peppino Mazzotta e Bruno Torrisi, mediometraggio in postproduzione che racconta, in maniera intimistica, la prigionia sull’isola pontina di Benito Mussolini e Pietro Nenni. Dunque, ancora una volta la Gekon Productions offre una ricca scelta di proposte con temi e stili diversi, prossimamente sul grande schermo.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Lunedì, 29.05.2017
T O P