In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Il 21 luglio 2017, l'appuntamento con Christopher Nolan è a Dunkerque

Scritto da Samuele Pasquino   
Lunedì 28 Dicembre 2015 15:47

nuovo progetto di Christopher Nolan21 luglio 2017: non è un’altra sedicente data pronta a sancire la fine del mondo, ma il giorno stabilito dalla Warner Bros per l’uscita del prossimo film di Christopher Nolan, una pellicola che… sì, potrebbe essere "la fine del mondo".

L’autore di Memento, The Prestige e Interstellar si prepara ancora una volta a stupire le platee di tutto il mondo con un progetto in fase di gestazione da cui veramente poco trapela. Ad oggi si sa che Nolan ha in serbo un kolossal storico ambientato durante la II Guerra Mondiale a Dunkerque: si racconteranno le vicende intestine alla mitica Operazione Dynamo del 1940, consistente nell’evacuazione via mare di oltre un milione di soldati fra inglesi, francesi e belgi, circondato dalle truppe tedesche lungo la costa della Manica e costretto a una strenua difesa, alla fine della quale verranno tratti in salvo poco più di 330.000 militi.

Si può soltanto immaginare l’entità del progetto in termini logistici, scritturali e ideativi, tuttavia Nolan ha dato nel tempo prova di poter garantire qualità in ogni genere filmico. La realtà bellica costituisce per lui e il fratello Jonathan un campo di certo sperimentale, ad ogni modo non mancano i punti di riferimento dati dalla vecchia scuola cinematografica, da Viaggio senza fine (John Ford, 1940) a La battaglia di Midway (Jack Smight, 1976), approdando poi al capolavoro di Spielberg del 1998, Salvate il soldato Ryan. Una possibile fonte di ispirazione per il regista britannico andrebbe però individuata nel poco conosciuto Dunkerque, realizzato nel 1958 da Leslie Norman, girato in Gran Bretagna e prodotto dalla Metro Goldwyn Meyer. Molto di ciò che farà Nolan potrebbe a ragione essere racchiuso in quella pellicola.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Lunedì, 29.05.2017
T O P