In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Un indovino mi disse: nuovo film su Terzani

Venerdì 22 Marzo 2013 12:41

tiziano terzaniMario Zanot, il regista del film Anam il senza nome, un documento del 2004 che raccoglie l’ultima intervista rilasciata da Tiziano Terzani due mesi prima della sua scomparsa, ha intenzione di realizzare un altro film sulla vita del giornalista, ispirandosi a uno dei suoi libri più famosi, Un indovino mi disse. Nel 2011 era uscito nei cinema La fine è il mio inizio, con Elio Germano e Bruno Ganz, film basato sull’omonimo libro di Tiziano e Folco Terzani, che racconta gli ultimi giorni di vita del giornalista. Un indovino mi disse si baserà sul viaggio di Terzani, nel 1993, in Asia. Il film sarà interamente girato nelle location originali, Vietnam, Laos, Cambogia, Birmania, Tailandia. Nel ruolo di Terzani potrebbe esserci Valerio Mastandrea e in quello di Angela Staude l’attrice Ursina Lardi. Zanot è in tour in Italia per promuovere una sottoscrizione popolare, con un offerta minima di 10 euro, per poter realizzare il film, come spiega il regista: “Abbiamo raggiunto circa un milione di euro grazie a produttori trovati in Germania, Svizzera e Vietnam, ma non ancora in Italia dove siamo in tour per raccogliere il denaro tra il pubblico. Lo scopo è raggiungere i 500 mila euro che mancano per iniziare le riprese del film”. Per diventare produttore e avere maggiori informazioni è possibile consultare il sito http://www.unindovinocidisse.it/ . Una parte dell’incasso del film andrà al Centro chirurgico per vittime di guerra “Tiziano Terzani” di Emergency a Lashkar-gah, in Afghanistan. “Nel caso il film - ha dichiarato il regista - non si facesse, i soldi raccolti andranno tutti a Emergency”.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 20.10.2017
T O P