In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Il Magna Graecia Film Fest fra esibizioni ed eventi

Scritto da Maria Giorgia Vitale   
Sabato 04 Agosto 2012 20:35

mgffgreat1Si susseguono gli appuntamenti nelle serate un po’ afose e un po’ ventose, nella splendida piazza di Montepaone, in provincia di Catanzaro, gremita di persone accorse per partecipare al Magna Graecia Film Festival. Incontrare il grande Alessandro Haber è stata un’emozione mista a entusiasmo che è aumentata in maniera esponenziale durante la sua esibizione. Durante la conferenza stampa, l’attore ha dichiarato: “Non so cosa succederà ma sarà sicuramente una serata fuori dai canoni e, intanto, mi prenoto per la prossima edizione del Festival!”. Ed è stato proprio così. Grande performance svoltasi durante la serata del 31 luglio. Haber si è esibito nel suo “Haber bacia tutti”, ha cantato brani inediti, suonato arrangiamenti originali di classici del cantautorato italiano e alcuni brani di un suo personale repertorio. Tanti sono gli amici che hanno collaborato alla realizzazione del suo album, da Sergio Cammariere a Giuliana De Sio, Da Paolo Fresu a Fausto Mesolella, da Giuliano Sangiorgi a Beppe Servillo, fino alla piccola Celeste Haber. L’attore ha poi ricevuto la Colonna d’oro alla carriera. Per quanto riguarda le proiezioni, è stata la volta di Missioni di pace, un film di Francesco Lagi, con l’inconfondibile Silvio Orlando, Francesco Brandi, Alba Rohrwacher, Filippo Timi e Antonella Attili. Commedia dai toni farseschi che parla di una missione dei Balcani in modo divertente e sarcastico.mgffgreat2

Agosto si è aperto con due film in concorso: uno è Amaro amore che uscirà nelle sale italiane il 30 del mese, un film di Francesco Henderson Pepe, con Ángela Molina, Yorgo Voyagis, Malik Zidi, Aylin Prandi, Lavinia Longhi, Maylin Aguirre; il secondo è I più grandi di tutti di Carlo Virzì, con Claudia Pandolfi, Alessandro Roja, Marco Cocci, Corrado Fortuna, Dario Cappanera, Claudia Potenza. Il regista è stato bravo a mettere in scena, con toni agrodolci, la storia di alcuni ragazzi, non troppo giovani, che provano nostalgia per un tempo passato. Da non dimenticare la breve ma emozionante esibizione di Gaetano Curreri, leader degli Stadio, che ha ricevuto la Colonna d’oro per la colonna sonora di “Posti in piedi in Paradiso”, l’ultimo film di Carlo Verdone, scritta a quattro mani con Fabio Liberatori.

mgffgreat3La serata del 2 agosto si è aperta con la proiezione di un ottimo film, I primi della Lista di Roan Johnson, con Claudio Santamaria, Francesco Turbanti, Daniela Morozzi, Fabrizio Brandi, Sergio Pierattini e Paolo Cioni. Ambientato nel 1970, tre musicisti pensano che in Italia stia per scoppiare un golpe, così espatriano perché quando il colpo di stato avrà luogo, i musicisti, gli scrittori e gli intellettuali saranno i primi della lista. Tratto da una vicenda realmente accaduta, la pellicola è un film scorrevole e piacevole, genuino e divertente.

La seconda pellicola della serata è l’intenso A.C.A.B. di Stefano Sollima, con Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Andrea Sartoretti, Domenico Diele e Roberta Spagnuolo. Il film narra le storie di un gruppo di celerini e “fratelli” che ripuliscono gli stadi, le piazze, le strade da delinquenti, extracomunitari e prostitute. Tratto dall'opera letteraria "A.C.A.B." di Carlo Bonini, è questo un film crudo e potente come un pugno nello stomaco. Ottima fotografia e ottimo montaggio, un cast forte e compatto. Il regista è stato bravo a porre in evidenza uno stato di disagio che non provano solo i poliziotti, ma il pubblico stesso, disagio non solo per la violenza fisica e psicologica ma anche per lo stato sociale, politico ed etico nel quale viviamo.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Sabato, 21.10.2017
T O P