In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

"La - Bàs" e "Cavalli", opere prime al MGFF

Scritto da Maria Giorgia Vitale   
Mercoledì 01 Agosto 2012 10:32

mgff1La terza serata del Magna Graecia Film Festival si è aperta con una performance musicale il cui protagonista è stato il noto vignettista Stefano Disegni, che ha presentato a Squillace il suo libro Roba da Fotoromanzi. Con la sua armonica, il vignettista ha proposto un riff blues avvolgente. Accompagnato da due chitarristi, Alessandro Robertiello e Gennaro Varlese, Stefano Disegni ha allietato il pubblico per un po’.  

Prosegue il concorso delle opere prime con La-Bas e Cavalli, due lavori davvero interessanti, forse gli unici che si distinguono maggiormente nel concorso del MGFF. "La-Bas" racconta l’arrivo di Yussouf, giovane immigrato, a Castel Volturno. mgff2Si trova a dover scegliere fra la vita dei suoi simili, vendendo fazzoletti ai semafori, o unirsi allo zio che lavora con la camorra nel traffico di cocaina. È un film feroce, realistico (si ispira a un fatto di cronaca avvenuto nel 2008, nota come “la strage di Castel Volturno”) e drammatico. Dal taglio documentaristico, il regista Guido Lombardi ci proietta nell’animo di Yussouf e mescola camorra e razzismo con fare discreto. Per mantenere il carattere realistico, il cineasta ha fatto una scelta difficile ma consapevole, senza badare al box office, ovvero lasciare i dialoghi in lingua originale, ossia francese, inglese e napoletano, comprensibili grazie ai sottotitoli. mgff3Il film, coraggioso e inaspettato, sostenuto dalla bravura dei protagonisti, attori per caso, ha già ricevuto il Leone del Futuro come Miglior Opera Prima, e il "Kino del Pubblico" alla Mostra di Venezia 2011.

"Cavalli" è una pellicola che ruota intorno a due fratelli dai caratteri opposti ma dal forte legame, e due splendidi cavalli non domati. Ambientato alla fine dell’800 in un paesino degli Appennini, il film è tratto dall’omonimo racconto di Pietro Grossi ed è stato presentato alla 68° Mostra d’arte cinematografica di Venezia, nella sezione Controcampo italiano. La pellicola, girata da Michele Rho, è lineare e semplice nelle sue forme, ma di spessore grazie all’interpretazione dei due giovanissimi attori. Lo scenario aiuta molto e dà quel tocco in più alla fotografia già ben curata.

Tra il pubblico erano visibili tra un riflettore e l’altro il grande Alessandro Haber (nella foto con Maria Giorgia Vitale, a sin, inviata di Recencinema.it), Claudio Santamaria, Corrado Fortuna e Regina Orioli, tra i protagonisti de I più grandi di tutti, e Gianluca Curti, presidente Calabria Film Commission.
 

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Sabato, 21.10.2017
T O P