In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Helium

Scritto da Stefania Pizzi   
Domenica 16 Marzo 2014 07:52

heliumTitolo originale: Helium

Regia: Anders Walter

Cast: Casper Crumo, Pelle Fall Krusbaek, Marijana Jankovic

Produzione: Danimarca 2013helium1

Genere: Drammatico

Durata: 23 minuti

Trailer

 

helium2

 

 

  Miglior cortometraggio

helium3

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica:

Giudizio:

 

Trama

Alfred ed Enzo: un bambino malato terminale e un inserviente ospedaliero, l'uno bello e biondo, l'altro barbuto e dal comportamento piuttosto strambo. Si incontrano in ospedale e il contatto empatico fra loro è subito viscerale, inevitabile. Enzo costruisce un mondo di fantasia, Elio, a misura di e per Alfred, glielo racconta per far sì che il bambino lo interiorizzi, lo immagini, vi si aggrappi.

Recensione

Una storia drammatica che, tuttavia, non si piange addosso: la creazione di un mondo immaginario, ponte fra la vita e la morte, culla di un trapasso. E avviene che Alfred, il piccolo protagonista, veda in questo mondo fantastico, fatto di dirigibili e mongolfiere (come quelle appese nella sua stanza d'ospedale), un àncora di salvezza, una ragione della poca vita che ancora gli rimane. Il corto di Anders è un ripetersi di scene volutamente toccanti, più di tutte quelle che ritraggono Enzo nell'atto di porgere il racconto di Elio ad Alfred, che a occhi chiusi lo attraversa e lo vive. Helium è pura semplicità dispensata dal regista danese Anders Walter, in 23 minuti che a tratti risultano enfatici. Il cineasta potrebbe lavorare maggiormente di sottrazione ma commuove, tanto da aggiudicarsi la statuetta degli Academy Awards quale miglior cortometraggio. Una fine intuizione.

Il titolo riprende il nome dall'elemento con il quale si gonfiano i palloncini che, leggeri, s'alzano in aria verso il cielo

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Martedì, 24.10.2017
T O P