In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

E la vita continua

Scritto da Annalice Furfari   
Sabato 08 Settembre 2012 12:12

elavitaTitolo originale: E la vita continua

Regia: Pino Quartullo

Cast: Francesco Pannofino, Cesare Bocci, Ricky Tognazzi

Musiche: Vasco Rossi, Pivio e Aldo De Scalzielavita1

Produzione: Italia 2012

Genere: Drammatico

Durata: 20 minuti

elavita2

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica:

Giudizio: elavita3

 

 

Trama

Lorenzo (Ludovico Fremont), giovane laureato in filosofia, si mantiene d’estate lavorando come bagnino. Non è ancora riuscito a realizzare il suo sogno: salvare una vita in mare. Un incidente stradale frantuma in un attimo tutti i suoi progetti. Il ragazzo sta guidando la moto, ma non indossa il casco, viene investito e muore. La storia tragica di Lorenzo si incrocia a quella, altrettanto dolorosa, di Attilio (Cesare Bocci), un noto attore che soffre di una grave patologia epatica. Sarà la donazione del fegato di Lorenzo che regalerà, dopo un’estenuante attesa, ad Attilio e alla sua famiglia la guarigione e la felicità.

Recensione

Dalla morte può nascere la vita? Il cortometraggio sceneggiato e diretto da Pino Quartullo afferma con forza che la risposta è sì. Un atto d’amore, compiuto nello strazio per una giovane vita spezzata, può ridare speranza a chi sembra non averne più. Il tema della donazione degli organi ha un profondo impatto sociale, eppure la consapevolezza della sua rilevanza non è ancora così diffusa. Basti pensare che i pazienti in lista d’attesa per un trapianto, nel nostro paese, sono sempre più numerosi, ma i donatori non bastano a soddisfare il fabbisogno nazionale. È per questa ragione che la Fondazione Trapianti di Milano, costituita dall’ex ministro della Salute Girolamo Sirchia, ha avvertito l’esigenza di promuovere una campagna di sensibilizzazione che vede nel cinema il suo mezzo privilegiato d'espressione. Così nasce "E la vita continua", cortometraggio – presentato come evento collaterale alla 69esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – che affronta, con la giusta dose di leggerezza e toccante sensibilità, la drammatica questione della donazione degli organi. Scelta non facile, come dimostra l’iniziale contrarietà dei genitori di Lorenzo, poi convinti dal migliore amico del giovane e dal personale del Nord Italian Transplant, centro che da quarant’anni coordina i trapianti nel nostro paese. Non mancano, com’è ovvio, i momenti di forte impatto emotivo nel lavoro firmato da Quartullo, ma si riesce anche a ridere, e soprattutto a sorridere per la gioia di una vita ritrovata. Merito di un’ottima caratterizzazione dei personaggi e di un cast brillante e coinvolgente, tra cui spiccano Ricky Tognazzi, Francesco Pannofino, Cesare Bocci ed Emanuela Rossi. A intensificare l’emozione è poi il contrasto poetico tra le note rock di Vasco Rossi e la musica malinconica firmata da Pivio e Aldo De Scalzi.

elavita4E la vita continua è stato preceduto lo scorso anno da Rosso vivo, cortometraggio promosso dalla Fondazione Trapianti di Milano per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della donazione di sangue.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Martedì, 24.10.2017
T O P