In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Best actress. Dive da Oscar

Scritto da Samuele Pasquino   
Martedì 01 Aprile 2014 20:43

best actress - dive da oscar1Torino, 1 aprile 2014. No, non è uno scherzo: il lato tutto femminile di Hollywood sbarca in Italia attraverso le sue icone più famose e rappresentative, salite agli onori dell’Olimpo cinematografico anche grazie a una statuetta dorata, l’Oscar. Il Museo Nazionale del Cinema presenta in prima mondiale una mostra unica nel suo genere, Best actress – Dive da Oscar, che il 3 aprile aprirà ufficialmente i battenti per ammaliare cinefili e cinefile fino al 31 agosto 2014.

best actress - dive da oscar2Nel tempio della Settima Arte, posto nel cuore della Mole Antonelliana, vengono celebrate le 72 attrici che dal 1929 al 2014 hanno avuto il privilegio – per assoluto merito e grande talento – di essere premiate agli Academy Awards quali migliori interpreti nelle varie edizioni susseguitesi nell’arco della storia del cinematografo. Un’idea eccellente quella di raccogliere ritratti in rosa eclatanti e significativi, maturata dalla sensibilità artistica e culturale del curatore Stephen Tapert in collaborazione con Nicoletta Pacini e Tamara Sillo.

best actress - dive da oscar3La mostra conta un numero notevole di elementi esposti, ben 370, provenienti dal materiale di proprietà dell’ideatore, dalle collezioni del Museo del Cinema e da patrimoni americani, inglesi e italiani. L’itinerario museale inizia proprio dall’Aula del Tempio (dove campeggia l’enorme statua totem di Cabiria), in cui un meraviglioso allestimento trova luogo dando vita a un’esposizione di bozzetti, abiti di scena e da cerimonia che hanno vestito le dive durante la Notte degli Oscar: da Janet Gaynor a Cate Blanchett, Alfa e (temporanea) Omega di 86 anni di storia trasposta su celluloide, la moda ha saputo cullare e valorizzare i momenti cine-liturgici a stelle e strisce più esemplari fra le mura del Dolby Theatre di Hollywood: Giorgio Armani e Valentino figurano fra gli stilisti nostrani maggiormente apprezzati dalle interpreti del grande schermo, in particolare da Jodie Foster e Julia Roberts. La mostra prende sempre più corpo sulla rampa elicoidale attraverso un percorso crono-illustrativo costituito da foto di scena, sequenze filmiche, ritratti promozionali, manifesti, foto buste e istantanee di cerimonia, su su fino alla cima, dove una sezione interamente dedicata all’evento Academy Awards suggella la valigia di emozioni accumulate fra i ricordi.

best actress - dive da oscar4La conferenza stampa ha dato modo agli enti patrocinanti di esprimere tutta la soddisfazione per la riuscita di questo fenomenale progetto. Ugo Nespolo e Alberto Barbera, rispettivamente Presidente e Direttore del Museo Nazionale del Cinema, hanno brevemente introdotto la presentazione lasciando subito la parola al principale demiurgo, Stephen Tapert, forte del sostegno del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Milano: “Già da alcuni anni colleziono materiale strettamente legato al cinema, tanto da essere stato indotto a raccoglierlo per una specifica occasione, questa mostra. Sono molto felice che sia Torino a ospitarla, una città capace di stupirmi piacevolmente.” Tapert poi si sofferma su quello che realmente la mostra intende comunicare: “La categoria 'miglior attrice' agli Oscar costituisce il premio più antico conferito a una donna, da sempre sottostimata a livello sociale ma anche artistico nel corso della storia. Con 'Best Actress' abbiamo invece insistito sull’affermazione del contrario…la figura femminile è una figura di talento, eleganza, bravura e intelligenza tanto da meritare un posto di rilievo nella società.

best actress - dive da oscar5Le co-curatrici Nicoletta Pacini e Tamara Sillo hanno proseguito: “E’ stato interessante notare come stilisti del calibro di Armani e Valentino si siano dimostrati così disponibili, cosiccome alcune della attrici, una su tutte Jodie Foster, che ci ha addirittura fornito uno dei suoi abiti con il quale ha sfilato sul red carpet.

Interviene successivamente Bénédicte Duval, direttrice generale della Air France KLM per l’Italia, vettore ufficiale della mostra: best actress - dive da oscar6Sono contenta di poter annunciare in tale occasione una collaborazione duratura da parte della mia compagnia con i principali festival culturali che si svolgono qui a Torino, tra cui Cinemambiente e il Torino Film Festival.

Roberto Barbieri, amministratore delegato della Sagat SpA, fornisce alcune curiose anticipazioni: best actress - dive da oscar7Abbiamo deciso di portare un po’ di cultura dalla città all’aeroporto di Caselle improntando spazi che servano quali amplificatori museali di tutto ciò che avviene nel centro urbano. Così facendo si incrementerà la promozione culturale fornendo un bel servizio anche ai pendolari sempre in movimento”.

Presenza anche per Piero Fassino, sindaco di Torino, che chiude la conferenza con un incisivo discorso finale: “Ospitando la mostra, Torino dimostra ancora una volta di essere una città attenta a preservare e promulgare la cultura in Italia. E’ una città che nella cultura ha investito ingenti risorse: si pensi che in questi ultimi anni sono stati impiegati ca. cento milioni di euro, venticinque dei quali provenienti da fondi privati. Un fatto molto significativo.

Come di consueto, il Cinema Massimo affianca gli eventi del museo con iniziative a supporto. In tal caso proporrà una selezione di 16 pellicole interpretate da altrettante attrici vincitrici dell’Oscar. Inoltre in Bibliomediateca verranno riproposti tre film dedicati a tre immense interpreti degli anni ’60: Anne Bancroft, Elizabeth Taylor e Katherine Hepburn.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 15.12.2017
T O P