In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

"Il comandante e la cicogna", ritratto d'Italia

Scritto da Veronica Galafassi   
Mercoledì 17 Ottobre 2012 21:19

cicognaMilano, 16 ottobre 2012. E' mattina nella capitale della moda e al cinema Anteo è di scena "Il comandante e la cicogna", innovativa pellicola, profonda e al contempo divertente del regista Silvio Soldini, che nei confronti della stampa accorsa per la proiezione e conseguente conferenza stampa si è reso molto disponibile. Egli scherza, ride e racconta riguardo i rapporti sul set con gli attori e come è nata l’idea del film. Con lui presenziano un Valerio Mastandrea prodigo di battute, un'Alba Rohrwacher timida ma determinata, un Giuseppe Battiston fresco e sorridente, nonché altri componenti del cast. cicogna1Soldini si è ben destreggiato e, incalzato da spasmodico interesse e domande più o meno mirate, ha commentato alcune scelte che hanno portato alla lavorazione di questo film. Ne è emerso un considerevole disagio, provocato dal vivere in un Paese, l'Italia, sempre più corrotto e volgare:

In un certo senso credo che 'Il Comandante e la Cicogna' sia nato proprio da una necessità di ribellione al senso di impotenza che in tanti sentiamo fin troppo spesso, da una volontà di volare sopra tutta questa melma per riuscire ancora a sperare in un futuro diverso … questo è un film che sento molto legato al momento storico che stiamo vivendo, alla realtà. Ma al tempo stesso è ancora più surreale, magico, più aereo …” cicogna2

Il cineasta italiano ha parlato a tutto tondo della pellicola, scendendo spesso nel dettaglio e giustificando alcune soluzioni tecniche e contenutistiche efficaci:

Durante le riprese ero di continuo alla ricerca di un modo per far coesistere le varie anime che hanno dato vita a questo film. Quella più surreale e fantastica, quella più reale e purtroppo attuale, quella più divertente, quella più seria … cicogna3Bisognava creare un mondo dove personaggi in carne e ossa, personaggi fantasma, personaggi statue e un personaggio cicogna potessero convivere … ora posso dire che 'Il Comandante e la Cicogna' è stato il film più difficile che ho fatto”.

Le location in cui si muovono i personaggi sono la città di Torino, Milano e la Valle d’Aosta, tutte riconoscibili per alcuni particolari ma volutamente offuscate sempre per mantenere una linea non pienamente identificativa, ma più adattabile al pubblico finale. Ha scherzato il regista in fase di saluto, dicendo che gli sarebbe piaciuto girare di più, avere più luoghi da inserire nelle riprese, ma probabilmente il fatto di essere ormai amico di Lionello Cerri, il produttore, non gli ha dato la possibilità di fare i capricci e di essere accontentato, ma al contrario è stato lui a doversi sacrificare per rientrare nel budget!

La pellicola esce nelle sale il 18 ottobre 2012.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 15.12.2017
T O P