In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

"Qualche nuvola", un'opera prima a Roma

Scritto da Maria Clara Di Biase   
Mercoledì 27 Giugno 2012 10:21

nuvolaprima1Si è tenuta il 25 giugno 2012 a Roma, a Fandango Incontro, la conferenza stampa del film Qualche nuvola. Presenti all'evento il regista Saverio Di Biagio, gli attori Michele Alhaique, Greta Scarano, Giorgio Colangeli, Michele Riondino e Veronica Corsi, insieme ai produttori Valerio Mastandrea (Relief) e Nicola De Angelis (DAP Italy). La pellicola è stata presentata per la prima volta all’ultimo Festival di Venezia, nella sezione Controcampo, e ha vinto il premio Ciak Sicilia 2012. nuvolaprima2

Di Biagio ha detto di aver fatto una commedia, anche se “ultimamente nel genere confluiscono film che io chiamo comici. Il mio non è autobiografico, però i personaggi li conosco tutti, zii, cugini, amici, ho rubato da loro. Sono cresciuto a Morena in una famiglia così, ho raccontato la borgata per come la conosco”.

Il protagonista maschile Michele Alhaique ha descritto così il suo personaggio: “Diego è un personaggio imploso. Nella commedia non viene mai spiegato il sentimento, ho dovuto lavorare molto su questo personaggio, confrontandomi spesso con Saverio. Nel film, come nella vita, si preferisce rimandare le scelte piuttosto che prendere decisioni”.

nuvolaprima3Greta Scarano, Cinzia nel film, parla di un’esperienza illuminante: “È il mio primo film per il cinema. Io sono abituata a lavorare in televisione dove i tempi di lavoro sono più stretti, mentre nel cinema c’è più spazio per le prove e per avere un confronto con i colleghi. C'è la possibilità di fare più ciak.”

nuvolaprima4Veronica Corsi, l’amica di Cinzia, dice: “È stato facile fare amicizia con Greta, è una bella persona.” Poi racconta di non aver avuto problemi a ingrassare per esigenze di copione e confida che è stato più difficile dover perdere peso.

Michele Riondino, che interpreta il prete Don Franco, rivela che inizialmente non si sentiva credibile per questo ruolo: “Perché è un prete vecchio stampo, di quelli molto fisici, poi invece è andato tutto bene”.

Giorgio Colangeli, ossia Umberto, padre di Cinzia, ha detto: “Si tratta di un personaggio nelle mie corde, che può sembrare forte, ma poi non lo è, specialmente in famiglia…”. E ancora: “La sceneggiatura del film mi è piaciuta fin dall'inizio e ho avuto il tempo per pensarci, perché c'è voluto molto per realizzare la pellicola. Lo script, infatti, risale al 2004 e ha avuto diverse vicissitudini.” nuvolaprima5

E allora resta da chiedersi perché ci sono voluti così tanti anni e perché il film non è uscito subito dopo il Festival di Venezia. Il regista lo spiega così: “Se fossimo usciti subito dopo la Mostra, insieme ad altri quattro film italiani, saremmo forse passati in sordina. È stata una strategia”. nuvolaprima6Come conferma anche uno dei produttori: “Rai Cinema ha dato un grande contributo, tante persone hanno collaborato, è stato un esperimento come l’uscita estiva; è anche difficile perché è un’opera prima.” Infatti, come ha detto Valerio Mastandrea: “Le opere prime non sono tutelate nel nostro paese, è importante investire sui giovani, diminuiscono le sale, si allunga la stagione. Nell’uscita estiva non credo molto, ci crederò solo quando vedrò dei film italiani abituati all'incasso che escono in estate. Detto questo non posso che augurare in bocca al lupo a Saverio (ridendo).

Il cineasta risponde fiducioso e tiene a sottolineare l’importanza di avere avuto ottimi collaboratori, come il direttore di fotografia Francesco Di Giacomo: questo gli ha permesso di concentrarsi di più sugli attori. Impossibile girare il film nella borgata d’origine del regista, cioè Morena, perché ormai è diventata un zona residenziale: “Il film è stato girato al quartiere Quadraro mentre le scene della casa di Viola a Trastevere, Santa Cecilia.” Per quanto riguarda la distribuzione, Gianluca Pignataro (Direttore Marketing e Commerciale presso Fandango) dà alcune informazioni: “Qualche Nuvola sarà distribuito in 10 copie a Roma, 50 in tutta Italia e uscirà nelle sale cinematografiche mercoledì 27 giugno 2012.”

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 15.12.2017
T O P