In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Eva dopo Eva - a Torino iniziano le riprese

Scritto da Samuele Pasquino   
Martedì 19 Giugno 2012 09:58

evadopoeva1Torino, 18 giugno 2012. Nella città della Mole sono iniziate da una settimana le riprese del film "Eva dopo Eva", una produzione Medusa Film realizzata da Agidi srl con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte. Nella Sala Movie di Via Cagliari 42 si è dunque tenuta la conferenza stampa di presentazione dell'evento, nel corso della quale sono intervenuti il produttore Paolo Guerra, la raffinata regista Sophie Chiarello e gli interpreti principali, una sempre spumeggiante e ironica Angela Finocchiaro, il simpaticissimo Raul Cremona, la bella e giovanissima debuttante Antonella Lo Coco nonché l'elegante Laura Marinoni. Mancavano all'appello gli assenti giustificati Elio di Elio e Le storie tese, Jurij Ferrini, Rosalina Neri e Giovanni Storti del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, impegnati su vari fronti. Alla presenza di fotografi, giornalisti e adulatori della settima arte, tutti si sono dimostrati estremamente disponibili e ansiosi di poter parlare di una pellicola ancora in fase di realizzazione ma promettente riguardo molteplici aspetti. evadopoeva2Ognuno ha voluto con somma partecipazione rispondere alle varie domande senza risparmiarsi e dando anche vita (data la verve comica della Finocchiaro e di Cremona) a siparietti autentici ed esilaranti, divertendo gli entusiasti spettatori mediatici con genuina immediatezza e semplicità.

Una breve sinossi. "Eva dopo Eva" (titolo ancora provvisorio) racconta la storia di Eva (Angela Finocchiaro), donna impegnata, commessa in un grande magazzino, dedita al lavoro e alla famiglia, formata dalla figlia adolescente e rocchettara Francesca (Antonella Lo Coco) e dalla madre Lidia (Rosalina Neri). Oltre i tanti problemi quotidiani, la donna deve fare i conti con la sua appena acquisita condizione di cinquantenne, motivo di frustrazione e paura affrontati in solitudine e mancando del sostegno dell'ex marito Gino (Elio), affetto da una latente sindrome di Peter Pan. Corteggiata dal timido Oscar (Jurij Ferrini) e affiancata dalla collega quasi coetanea e avvenente Cinzia (Laura Marinoni), Eva teme lo spettro del licenziamento, scongiurandolo con goffi e comici tentativi di risultare impeccabile agli occhi del suo capo Pagliai (Raul Cremona). Quando farà la sua comparsa un misterioso personaggio (Giovanni Storti), non mancheranno equivoci e reazioni inaspettate che condurranno Eva verso un finale ricco di sorprese.evadopoeva3

Paolo Guerra: "Spendo qualche parola doverosa per la città che ci ospita. Torino è stupenda, la gente splendida e questo ci aiuta a superare gli ordinari problemi legati a una produzione di questo tipo. Peraltro si presta a delle immagini cinematografiche diverse l'una dall'altra, per determinati aspetti sembra Milano, per altri Roma, per altri ancora Sarajevo, insomma un contesto camaleontico." Guarda il video.

Sophie Chiarello: "Volevamo girare il film in una città nordica e Torino ha le caratteristiche di una città europea molto più di altre, tale poichè ha saputo rinnovarsi soprattutto negli ultimi tempi. Abbiamo pensato di girare qui per avvalerci di uno sfondo che potesse per certi versi enfatizzare e accompagnare l'interiorità dei personaggi." Guarda il video.evadopoeva4

Angela Finocchiaro: "Sono già stata qui parecchi mesi per una serie televisiva. Ora sembra che voglia sviolinare ma lo dico sinceramente, mi sto trovando bene, si lavora agevolmente, si respira un bel clima. Come tutti sapete sono di Milano ma adoro Torino, è una città che offre molto, sono felice di esserci tornata. Parlando più prettamente della pellicola, posso dire che siamo molto contenti e ringraziamo tutti coloro che ci hanno dato la possibilità di partecipare al film, il quale cerca di esplorare dei territori che in Italia non sono ancora stati esplorati. Fino ai primi del '900 le donne morivano prima della menopausa, noi no per cui siamo qua e lo giriamo. Per molte donne la soglia dei cinquant'anni costituisce un vero e proprio shock. Si trovano ad affrontare una nuova età che non le vede più protagoniste, confinate in un cono d'ombra ch'è poi l'inizio della vecchiaia. Il personaggio di Eva lo abbiamo preso e messo in condizione di affrontare una serie di terrori che sembrano farla svanire socialmente. Lo abbiamo lanciato nel mondo della menopausa, della sessualità, in un contesto, quello italiano, che non prevede una particolare valorizzazione delle donne over 50. Ci interessava dunque esplorare il personaggio con tutte le contraddizioni che possono nascere e i dubbi relativi ai 30 anni successivi alla soglia." Guarda il video.

evadopoeva5Dove avete girato e cosa avete fatto vedere di Torino?

Sophie Chiarello: Abbiamo girato nei quartieri che una volta ospitavano gli operai della Fiat, gireremo al Parco Dora e nella zona delle vecchie acciaierie."

Come è nato il progetto del film e come si è poi evoluto?

Angela Finocchiaro: "Il progetto del film è nato molto tempo fa, dovevamo sbrigarci a realizzarlo per evitare che la protagonista diventasse nonna. Ci piaceva l'idea di poter in qualche modo raccontare una figura femminile ponendola al centro di una storia attuale."

Paolo Guerra: "Si tratta di un progetto molto laborioso che ha richiesto parecchi mesi specialmente in fase di scrittura della sceneggiatura."

Potete raccontarci qualcosa in merito ai personaggi che ruotano intorno a Eva?

Raul Cremona: "Io sono stato chiamato a fare la parte dello str..zo, che mi riesce particolarmente bene. A parte questo, parlo anch'io di Torino e dico che Milano è molto più bella (scherza). No, no, qui mi sto trovando bene, d'accordo con Sophie e Angela. Mi sono divertito a girare una scena alla Full Metal Jacket. Dopo aver vestito i panni di vari maghi e maghetti, ora ho una parte di maggior spessore e rilevanza. E' anche vero che in una Torino città magica per antonomasia non poteva mancare un mago (risate)." Guarda il video.

Antonella Lo Coco: "Interpreto la figlia della protagonista, Francesca, una parte che credo mi si addica in quanto lei è una diciottenne con la passione per la musica, in breve lo stesso iter che ho vissuto io nell'adolescenza. E' la mia prima volta nel cinema e sono onorata di far parte di questo cast." Guarda il video.

Laura Marinoni: "Sono molto felice perché, pur compiendo quest'anno i miei 30 anni di carriera, in Italia di cinema ne ho fatto veramente poco. Ho alle spalle tanto bel teatro drammatico ma mi ha sempre attirato la commedia, per la quale penso di avere qualche piccola qualità. Mi è capitata ora questa possibilità in un film molto al femminile, l'idea mi piace, mi piace la sceneggiatura, il gruppo di lavoro e soprattutto il concetto di maturità esistenziale in un perioso delicato della vita di una donna." Guarda il video.

Angela Finocchiaro: "A proposito del cast voglio far notare che la scelta degli attori anche per le parti minori è stata molto accurata. Molti di loro provengono dal teatro."

In questa storia c'è una componente sentimentale, l'amore, il sesso?

Sophie Chiarello: "C'è una storia romantica, c'è anche del sesso, ma questi sono solo alcuni aspetti."

Sulle parti di Elio e Giovanni potete dirci qualcosa?

Sophie Chiarello: "Elio è l'ex marito della protagonista, affetto dalla sindrome di Peter Pan; Giovanni è invece un personaggio misterioso di cui non voglio svelare troppo."

Quando uscirà il film?

Angela Finocchiaro: "Ah, ma guarda che non esce! (scherza)"

Paolo Guerra: "Dovrebbe uscire all'inizio del 2013, ma occorre tener conto della concorrenza e di eventuali imprevisti."

Il titolo è provvisorio. Avete qualcos'altro in mente?

Angela Finocchiaro: "Carampane con la K! (scherza ancora)"

Paolo Guerra: "Il dibattito è aperto."

Le riprese si protrarranno presumibilmente per altre due settimane, al termine delle quali si entrerà nella lunga e impegnativa fase della post produzione. Ora non resta che attendere l'anteprima del film.

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 15.12.2017
T O P